Amelie Nothomb

Ho appena letto l’ultimo libro di Amelie Nothomb.

Confesso di essere una sua affezionata lettrice: l’anno scorso mi è capitato fra le mani, per caso, un suo libro, e mi ha subito conquistata. Per un certo periodo, ho divorato un volume dopo l’altro. Sono tutti romanzi brevi, in Italia pubblicati dalla Voland, e alcuni anche da Guanda. Ogni anno, puntuale, ne esce uno nuovo.

Della Nothomb mi piace il cinismo, il suo sguardo acuto e pungente, il suo sarcasmo e ironia.

Ha anche una storia molto interessante: belga, figlia di un diplomatico, è nata in Giappone, dove ha vissuto qualche anno, in Cina, Stati Uniti, Laos, Bangladesh. Fra i romanzi che mi sono piaciuti di più, quelli in cui ricorda la sua infanzia, come Metafisca dei tubi e Sabotaggio d’amore.

Quest’ultimo uscito da poco in libreria si chiama Acido solforico, e la storia è veramente agghiacciante.

Racconta di un reality show televisivo, Concentramento, il cui format richiama proprio quello dei campi di concentramento nazisti. Prigionieri che devono sopravvivere, aguzzini che li controllano, il pubblico (numerosissimo) da casa che decide la vita o la morte dei partecipanti con il televoto.

In questo clima surreale, emergono due figure di ragazze, una progioniera e un’aguzzina.

Lascio a voi la continuazione della storia.

Concludo esprimendo il mio ennesimo giudizio positivo dei confronti della Nothomb: a partire da una trama agghiacciante come questa, getta il suo sguardo ironico sul nostro mondo. E, a modo suo, coglie tante piccole verità.

3 comments
  1. derino said:

    Is it the bookcrossing member blogging? If so, that would be really one of the greatest surprises of my life. Because I received a release e-mail with the author as Amelie Nothomb. Then I saw a post with title Amelie Nothomb in my dashboard. I think this is the same person on the other side. If it’s not please just delete this comment. But this can also be regarded as a sign that I should read this book🙂

  2. well, actually, it’s not!
    this is a blog for people who love reading.
    but i think you should really read amelie nothomb, that’s for sure!
    and then come back here, and tell us what you think.
    see you then, bye

    giulia

  3. mirko said:

    ciao giulia, sono quello di *e poi siamo arrivati alla fine*… Complimentoni per il blog
    Allora io dovrei avere da qualche parte *stupore e tremori* ma devo ancora leggerlo. mi aveva incuriosito molto l’intervista fattale dalla bignardi alle invasioni barbariche….piuttosto strana sta nothomb
    Comunque è recentemente uscito presso einaudi un altro libro della nothomb, questa volta si tratta di favole, da titolo *splendente come una padella*
    Buona lettura….ti farò sapere come ho trovato *stupore e tremori*. tu l’hai letto?
    Mirko

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: